Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2009

poesia.jpg

Che un incontro così, vale una settimana intera.

Un vecchietto dagli occhi brillanti che mi sussurra: “La ricerca è passione, è il sole, gioia, bellezza, amore del perdersi nel passato, nelle parole”. E mi racconta con rapimento del suo rapporto con i libri, del senso e della radice delle cose, della coscienza che è dignità umana, della sua ricerca del sole e dell’essere, ad un passo dalla morte.

Con gioia me lo racconta. Con un sorriso sdentato ma pieno di cose più nobili e dense dei denti. Con la profondità di una voce che ha il suono delle foglie secche sotto i piedi, lo scoppiettare del fuoco, il suono caldo di casa, del ritorno a qualcosa di caro e piacevole.

Mi racconta dell’araldica e dei posti e dei volti ai quali appartiene il mio cognome.

E di una moglie che chiama Penelope.

E di un amore prepotente per il sapere.

E mi accorgo che era da tanto che non parlavo con qualcuno che mi trasmettesse tanta felicità, che mi facesse tornare la voglia di rileggere quello che mi sembrava troppo complicato, di tornare a studiare perchè c’è proprio tanto da sapere e da conoscere, tanto su cui porsi dei dubbi, su cui riflettere senza necessariamente trovare la risposta più facile e comoda.

Read Full Post »

cinico.jpg

Questo post è dedicato a colei che si è sparapanzata con me all’ombra del Louvre per un pomeriggio di chiacchiere sfascione mentre tutt’intorno abbondava la cuRRRtura…

Amica mia, la cinica (finta) la fai tu, l’infame (sempre finta) la faccio io, e il violento…

…il violento non ci serve, nè finto nè vero.

Il programmino è il seguente: si parte per un altro ameno luogo e ci si rilassa e ci si diverte assai. Prima della partenza possiamo alleggerire il nostro bagaglio a mano dei 3 kg di pippe mentali che ci portiamo dietro a testa, e rimpiazzarli con qualcosa di più utile…che ne so, anche un arricciaspiccia può esserlo di più…e poi si va, amicamiabella!

E per qualche giorno si pensa poco, si ride tanto. E basta.

Read Full Post »

pigiama_uomo_250.jpg

L’ultimo vanto del mio amico antimondano è quello di possedere un nuovo pigiama di pail supermaschio…che lo vorrei vedere, perchè mica me lo immagino.

Anche perchè io per i pigiami nutro un vero e proprio odio tramandatomi da mio padre: come lui, ormai li associo all’influenza, all’ospedale e all’abbandono fisico in generale.

Ma il mio amico antimondano è pronto a giurare che questo suo pigiamino supermaschio sia proprio un oggetto portentoso capace, con le sue cuciture tattiche, di mettere sapientemente in evidenza petto scultoreo e chiappette ginniche. E poi deve essere caldo caldissimo, penso io, perchè qualche sera fa ha permesso all’amico antimondano di ascoltarmi frignare nella cornetta, (ma poi anche ridere, per merito del suo fintocinismogaloppante), restando seduto per ore nel ventoso corridoio di casa sua.

E sono cose preziose.

E non alludo al sexy-pigiamino supertemico.

Sono preziose le chiacchiere con l’amico antimondano ed il fatto di sentirmi libera di frignare infantilmente sentendomi in imbarazzo soltanto un pochino; sono regali bellissimi l’attenzione e la pazienza infinite che sa metterci dentro a quelle parole e l’affetto sincero con cui tutto, lucanamente e maschiamente, ogni volta è condito.

…e poi non ditemi che sono una donna svalutante!

…non avrò un pigiama strafico (anzi non ce l’ho proprio), ma c’ho un amico che vale assaissimo e pure di più.

Read Full Post »