Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2008

xgk_2125-gustave_klimt.jpg

Read Full Post »

 the_shining2.jpg

Lo so , succede. Ma non è mica bello, però.

No, no. Non è bello quando qualche merdaccia del passato torna a farti toc toc alla porta.

Io ho aperto, perchè ho sempre la malsana curiosità di andare a guardare. Questo stronzissimovizio ce l’ho fin da quando ero piccola e, appena mi capitava di essere sola a casa, mi ostinavo a guardare videocassette dell’orrore e finiva che rimanevo pietrificata sul divano a film finito, trattenendo la pipì finchè qualcuno non tornava a casa. L’ insano autocompiacimento  per essere stata tanto eroica, per essere riuscita a vincere quella paura, sapeva essere infinitamente più importante delle sue conseguenze, che di notte tornavano a svegliarmi con la faccia di mostri assetati di sangue e donne sgozzate.

Ora, però, non ho più sei anni, nè scuse diverse dalla coglionaggine recidiva.

Ho aperto quella porta e ho fatto male. Perchè ho rivisto la me di prima, quella che non si voleva mica tanto bene, e non mi ha fatto per niente piacere.

Quando si dice che nella vita tutto serve ed ogni esperienza, anche la più negativa, insegna qualcosa, sarà anche vero. Ma io certe esperienze avrei preferito non viverle e certe persone non incontrarle. Mica lo so se sono diventata più brava a difendermi da questi incontri, e dal momento che la mano sul fuoco qundo si tratta di me preferisco non mettercela, mi limito a sperare di continuare ad evitarli per non dover mettermi alla prova e scoprirmi più debole di quello che penso. E anche ad augurarmi di continuare ad essere contenta come adesso che ho molto affetto intorno e che comincio a fare delle cose per me imparando ad assaporarle e godermele davvero per la prima volta.

Anche delle cavolate, ma che siano per me e mi rendano felice, e se non felice almeno contenta, e se non contenta almeno serena, che ho scoperto da poco essere davvero una bella sensazione…

Read Full Post »

 pinguino.jpg

Oggi fa freddo … e me ne sarei rimasta volentieri accucciolata nel piumone a poltrire e stiracchiarmi con calma … moooolta calma. E invece no. Invece devo lavorare.

E ho freddo. E un malditestadiquellichespaccanodavvero. E per giunta, come se non bastasse la grande fortuna di lavorare di sabato mentre molti fanno i cacchiloro, mi comunicano la notiziona del giorno: quest’anno il riscaldamento verrà acceso solo di lunedì, tanto per permettere alla foca monaca e all’orso bianco che nel uichend giocano a nascondino tra la scrivania e il pc, di riscaldarsi un po’ la pelliccia, visto che al freddo non sono più abituati neanche loro (che magari esistesse  davvero lo scoiattolo petomane che con un prrrrrrr archiviasse il problema del pianeta che si squaglia come un calippo ad agosto).

…ma perchè solo di lunedì? …sarà mica per questa crisi di cui parlano tutti? …ma guardate che non è vero che l’economia italiana è messa male, altrimenti  Mellifluo Tremonti non si materializzerebbe ogni sera, con un puffff di zolfo, nel blu della mia tivù per dire “mica vevo che stiamo affondando nella mevda, povca tvoia, falsi allavmismi dei comunisti!”. E io mi fido di  Mellifluo Tremonti. Perchè è il mio ministro. E devo imparare a volergli almeno un po’ di bene.

E allora deve esserci un’altra spiegazione sul perchè hanno deciso di accendermi il riscaldamento per un solo giorno a settimana. Forse perchè gli sono antipatica. Questo è possibile. O magari perchè una giovane (eh, si, perchè con il freddo che fa qui dentro mi sto conservando talmente bene che ho l’aspetto di una 18enne) cocoprò deve imparare a soffrire e sopportare anche le intemperie oltre che la sua condizione traballante di vita (… ma vuoi mettere la soddisfazione di poter vantare tanta abbondanza di adrenalina e cicatrici?!).

… ma, come in ogni favola che si rispetti, è il bene a vincere ed il lietofine a trionfare: sono arrivate news dal Canada, dal mioamicochemimancatanto, che si è trasferito lì da un mese che mi sembra già lunghissimo. Notizie belle e piene di neve, che guardo, e riesco ad annusare quasi, dal suo blog nuovo di zecca. Ho la sensazione di averlo vicino e ne avevo davvero bisogno, perchè la mancanza di qualcuno che si ama come un fratello, un piccolo dolore nel cuore lo provoca, anche se si è sinceramente felici per lui.

Non ho mica più tanto freddo adesso.

Read Full Post »

…questione di fortuna

amiche.jpg

Mettici che sono di parte, che parlo con gli occhi dell’amore, ma le mie sono davvero amiche speciali. E non è per scodellare la solita menata “le piccole cose della vita sono quelle davvero importanti” (che poi, in realtà, è anche quello che penso), ma perchè una cena improvvisata e le chiacchiere fino a tardi con le mie amiche sono cose grandi, immense direi. Il bene che c’è, ed è tanto davvero, la facilità con cui scorrono le parole, la libertà che così tonda c’è forse solo con loro. Questi pensieri mi aiutano a sopportare che sia solo  mercoledì nonostante mi porti a spasso la faccia stropicciata del venerdì sera, il mio lavoro che per ora non mi piace affatto, persino le ultime folli uscite dello psiconano.

Non sono piccole cose, queste, sono rare fortune.

Read Full Post »

Non è mica un caso…

Che questo blog nasca un lunedì mattina è un caso, è un caso che questo esperimento abbia luce nel primo giorno di una settimana che si prefigura intensa, pesante e fastidiosa, come lo è il fatto che io abbia scelto di fargli muovere i primi passi tra le pagine di un libro.

 … no, decisamente NON è un caso … 

                                                                         libri_12.jpg

Read Full Post »

Ciao mondo!!

Welcome to blog.kataweb.it. This is your first post. Edit or delete it, then start blogging!

Read Full Post »